Il bergamotto: ecco le sue proprietà

bergamottoIl bergamotto è un agrume tipico del sud Italia e soprattutto della zona calabrese. Il suo aspetto è molto simile a quello del limone e il colore può variare dal giallo intenso al verdognolo. Il suo intenso profumo ne fa anche una delle essenze più usate in ambito cosmetico.

Ma in pochi conoscono la proprietà più utile di questo prezioso frutto; recenti studi sull’argomento hanno infatti dimostrato che questo agrume può avere un ruolo a dir poco fondamentale nella riduzione dei tassi di colesterolo cattivo presenti nel sangue. Con questo non si vuole di certo suggerire di accantonare le diete e l’attività fisica sicuramente consigliatevi dal medico curante, ma si vuole suggerire invece di introdurre, qualora non l’abbiate già fatto, questo alimento nella vostra lista della spesa. In particolare il bergamotto agisce sul corpo intaccando l’aumento dell’accumulo lipidico e conseguentemente riducendo le possibilità di incorrere in problemi di colesterolo.

Ma cosa fare per ottenere dei benefici? Secondo uno studio recentemente condotto dall’Università di Catanzaro, pare che per ottenere risultati apprezzabili basterebbe ingerire un bicchiere di succo di bergamotto appena qualche minuto prima dei pasti. Assumendo questa abitudine in un mese avrete ridotto il tasso di ipercolesterolemia in maniera considerevole; tanto da non riconoscere più le vostre analisi del sangue. A questa ricerca, è bene sottolinearlo, si sono subito accodate prestigiose università quale quella di Oxford. Ma come avviene questo prodigio? Premesso che il livello di colesterolo cattivo dipende, in maniera inversamente proporzionale anche dalla presenza di HDL, ossia il colesterolo buono, il bergamotto agisce non soltanto riducendo l’accumulo lipidico, ma anche aumentando la produzione di HDL.

Una prerogativa del bergamotto, a questo punto secondaria, è quella poi di agire come un antisettico naturale e di possedere poteri antiossidanti, utili a rallentare e prevenire l’invecchiamento cellulare. Pare infine che il bergamotto possa essere impiegato anche come riduttore naturale del tasso di glicemia. Non resta quindi che rivalutare questo prezioso frutto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *