Come dimagrire facilmente

dimagrireQuando si parla di dieta e di perdita di peso, spesso si accosta l’immagine del dimagrimento a quella della sofferenza e dello stress. Per fortuna, chi ha veramente intenzione di dimagrire non deve preoccuparsi in questo modo. La perdita di peso è un processo lento e non necessariamente piacevole, almeno all’inizio, ma i benefici e i vantaggi sono evidenti già dai primi giorni. Normalmente i primi chili si perdono in maniera relativamente facile quando si inizia una dieta, basta soltanto fare attenzione a non lasciarsi andare a quelle che, fondamentalmente, non sono altro che cattive abitudini.

Sarà sufficiente infatti seguire pochi semplici passi per riuscire ad effettuare una dieta equilibrata, sana e che non comporti una sofferenza eccessiva. Il processo che porta all’effettivo dimagrimento è quasi totalmente, esclusivamente psicologico. Bisogna quindi mettersi nella condizione mentale adatta alla gestione del proprio regime alimentare.

La prima cosa da fare è identificare nella propria alimentazione quali siano gli alimenti che portano benessere al nostro organismo e quelli che invece non fanno altro che peggiorare la situazione. Nella prima categoria rientrano carni bianche, verdura, frutta e pesce, principalmente. Gli alimenti da evitare sono quelli ricchi di grasso, fritti o con un ammontare eccessivo di carboidrati. Una bistecca a settimana è più che indicata all’interno di una dieta equilibrata, basta non eccedere con le quantità.

Il secondo passo è forse il più difficile da realizzare, consiste nel gestire le quantità e la frequenza dell’alimentazione. La cosa migliore da fare è probabilmente tenere traccia di tutto ciò che mangiamo o beviamo, attraverso un diario personale che contenga le informazioni essenziali su cosa abbiamo mangiato, il nostro stato emotivo prima di mangiare e quello dopo aver terminato. Questo passaggio aiuterà ad evidenziare quali siano le caratteristiche che ci portano a mangiare fuori dai pasti e identificare quali siano gli alimenti che utilizziamo per cambiare il nostro stato d’animo. Come già anticipato, la procedura di dimagrimento è praticamente legata esclusivamente all’ autoanalisi, a capire cosa ci porta a mangiare cibi che ci impediscono di sostenere un regime alimentare sano ed equilibrato.

Il terzo passo è quello più pratico: una volta deciso di voler dimagrire e dopo aver identificato le possibili cause e gli stati d’animo che ci portano a mangiare più del dovuto, occorre pianificare attentamente la propria dieta, senza volersi necessariamente privare di tutto. Una dieta equilibrata non consiste in beveroni di sostanze nutritive dal dubbio sapore o in tavolette miracolose per la perdita di peso. Una dieta equilibrata nasce appunto dall’equilibrio di tutte le sostanze necessarie allo sviluppo del nostro organismo. In questa fase è utile il consiglio di un esperto nutrizionista, che sappia indicarci quali sono le quantità e gli alimenti di cui il nostro corpo ha bisogno, in modo da evitare di costruire una dieta che sia solo parzialmente utile al nostro organismo.

Facendo attenzione a controllare la propria fame è quindi possibile perdere peso in maniera corretta, sana e senza sacrifici irrimediabili. Potremo sempre concederci una pizza, una bistecca o una birra: basta soltanto non esagerare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *